Stamperia Braille

 

immagine logo STAMPERIA

STAMPERIA
BRAILLE


La Stamperia Braille di Firenze è l’unica di proprietà pubblica esistente in Italia.
Appartiene alla Regione Toscana e, parallelamente alla Scuola Cani Guida per Ciechi anch’essa di proprietà dell’amministrazione regionale toscana, fornisce ai non vedenti che risiedono nel territorio di propria competenza una serie di servizi, primo fra tutti la trascrizione in Braille dei testi scolastici per gli studenti a prezzi estremamente contenuti.

A questi si aggiunge l’attività in favore dei non vedenti di altre regioni italiane che chiedono la ristampa di un’opera presente nel catalogo della Stamperia, o, soprattutto per quello che riguarda il patrimonio musicale, le prestazioni destinate ai non vedenti che da qualsiasi parte del pianeta si rivolgono alla struttura fiorentina.

Nata sulle ceneri della prima guerra mondiale, la Stamperia Braille di Firenze ha iniziato a lavorare a pieno ritmo nel 1924, dopo l’entrata in vigore della legge che estendeva anche ai non vedenti l’obbligo dell’istruzione scolastica.

Gli obiettivi erano chiari: fornire alle scuole speciali per ciechi testi scolastici e culturali ad un prezzo più vicino possibile a quello dei testi “in nero”, contribuendo ad aprire per loro le porte della conoscenza.

Il codice Braille è infatti l’unico metodo realmente capace di rendere possibile l’autonomia culturale della persona non vedente.
L’uso di altri mezzi (audiocassette, strumenti informatici di vario tipo) aiuta ad acquisire nuove informazioni, ma non può sostituire l’istruzione di base ne’ garantire da solo quel livello culturale che consente l’utilizzazione ottimale di tutti i sussidi, anche informatici, esistenti.

Nel 1979, con lo scioglimento dell’Istituto per Ciechi Vittorio Emanuele II del quale faceva parte, la Stamperia è passata sotto le competenze della Regione Toscana.

Per i ragazzi ciechi si è trattato di una vera e propria svolta: grazie ai nuovi criteri didattici e pedagogici, contrari ad ogni tipo di emarginazione, non avrebbero più studiato negli istituti a loro riservati, ma nelle scuole di quartiere, insieme a tutti gli altri.
Invece di provvedere alla stampa di molte copie di uno stesso testo, come accadeva quando i non vedenti studiavano tutti insieme, la Stamperia Braille di Firenze è da allora impegnata nella trascrizione e nella stampa di poche copie di molti testi diversi, la cui trasposizione dal “nero” al Braille costituisce la fase più complessa e più lunga del lavoro.

L’attività è quindi cresciuta, ma la Stamperia fiorentina riesce a garantire la produzione necessaria per gli studenti toscani e a far fronte alle richieste che vengono dal resto d’Italia o addirittura dall’estero, ristampando le opere in catalogo e, quando possibile, anche testi mai trascritti in Braille.

Il patrimonio della Stamperia include tra l’altro una ricca serie di tavole a rilievo e di libri illustrati per l’infanzia, particolarmente utili per l’educazione del bambino alla lettura dell’immagine.

COME CONTATTARCI:

Stamperia Braille,
Via Aurelio Nicolodi , 2 – 50131 Firenze – Italia
Numero telefonico 055 43 82 800; fax 055 43 82 815

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*
*